A tutti capita di vedere i propri capelli nel lavandino del bagno.

E’ uno dei segnali di cui dobbiamo preoccuparci? Non per forza visto che una fisiologica leggera caduta fa parte del processo naturale delle cose. Se però di capelli se ne vedono cadere un po’ troppo forse è il caso di approfondire la questione…

Gli alti numeri del fenomeno.

La caduta dei capell interessa quasi il 50% delle persone. Sono numeri importanti che colpiscono anzitutto gli uomini. Dai 30 anni in su il diradamento dei capelli interessa almeno il 40% dei soggetti e la percentuale aumenta ovviamente con l’aumentare dell’età.

Le origine sono soprattutto genetiche.

La caduta dei capelli ha origini genetiche nella stragrande maggioranza dei casi, non a caso se si hanno familiari che presentano casi di forti e progressivi diradamenti o calvizie precoci è molto più probabile che saremo colpiti da questo tipo di problema. Da notare che, secondo le ricerche, influiscono di più i geni che si ereditano da parte di madre.

Le tempistiche della perdita dei capelli.

Il processo di perdita dei capelli può avvenire con un progressivo diradamento che parte dalle tempie e può durare anche molti anni oppure essere concentrato in un arco di tempo molto ristretto.

Quando ce ne accorgiamo?

In genere quando si sono già persi molti capelli. A occhio nudo ci accorgeremo di avere realmente un problema solo quando saranno caduti almeno la metà dei capelli in una certa area della testa.

Si può fare prevenzione?

Se le origine sono genetiche sarà molto complicato contrastare il processo di perdita che inesorabilmente andrà avanti.

Può essere utile riflettere sul proprio stile di vita chiedendosi se, ad esempio, si assumono tutti gli elementi nutritivi necessari al nostro benessere attraverso una alimentazione ben bilanciata. E’ evidente che non si può risolvere il problema intervenendo su quello che si mette nel piatto o smettendo di fumare ma è anche altrettanto chiaro che uno stile di vita sano nel suo complesso migliora le nostre condizioni fisiche e il nostro aspetto. Per lo stesso ragionamento ha anche senso riflettere sul tipo di cure che diamo alla nostra testa. Usiamo spesso il phon ad alta temperatura? Quante volte laviamo i capelli? Che tipo di shampoo usiamo?

In ultima analisi fatte tutte le premesse di cui sopra una volta preso atto del problema è bene parlare con uno specialista del settore.

La soluzione c’è.

L’autotrapianto di capelli rappresenta la soluzione definitiva e duratura al problema; una volta verificato che è possibile effettuare l’intervento si deve solo prenotare la data. Scopri di più nell’area dedicata del nostro sito.

1 Comment

  • Adam Brown
    Posted 19 Aprile 2017 3:08 PM 0Likes

    Fringilla interdum pretium eleifend sed lectus, ut egestas vitae ac lorem. Vitae scelerisque orci vitae, eget lacus tempor at, enim at nulla. Lectus habitasse non sed amet dolor.

Add Your Comment