L’addominoplastica è un intervento adatto a quei soggetti che presentano un rilassamento dei muscoli dell’addome unito ad un eccesso di pelle e grasso. L’ eccesso di pelle può essere causato da un repentino dimagrimento o da un precedente intervento chirurgico quale la liposuzione.

Se, come accennato sopra, oltre all’eccesso di pelle è presente anche del grasso localizzato in uno o più punti durante l’intervento sarà anche eseguita una lipoaspirazione; Il chirurgo agirà in base alle conclusioni a cui sarà giunto nella preventiva osservazione dell’addome del paziente.

L’intervento viene eseguito partendo da una incisione orizzontale effettuata nella zona bassa del ventre; la pelle verrò “tirata” e riposizionata e verranno riposizionate e suturate le fasce muscolari addominali che hanno perso tonicità con il tempo.  L’ombelico viene quindi riposizionato e vengono inseriti dei drenaggi che verranno tolti dopo un paio di giorni.

Da sottolineare che la cicatrice, in genere, ha un processo di riassorbimento soddisfacente con un risultato estetico finale più che accettabile anche in considerazione del fatto che è posta in una zona che rimane in genere nascosta.

Il bendaggio compressivo che viene applicato al ventre dopo l’intervento viene sostituito dopo una settimana da una guaina contenitiva che deve essere indossata per un mese.

In genere i risultati definitivi sono visibili dopo circa 3 mesi visto che il processo di stabilizzazione dell’area interessata dall’operazione è costante e graduale e con una alimentazione equilibrata e un esercizio fisico costante saranno duraturi nel tempo.

 

Add Your Comment